fbpx

Il giornalista ha parlato a MilanNews.it

Il giornalista Luca Serafini, storica firma di Sport Mediaset a seguito del Milan, ha parlato in esclusiva a MilanNews.it della situazione dei rossoneri in questa stagione. Ecco le parti più importanti delle sue dichiarazioni riportate da TMW:

“Milan da podio? Io sono sicuro che il Milan in campionato perderà poche partite perché è una squadra solida che non si scoraggia. Due settimane fa il parziale fra la partita col Lille e l’inizio di quella con il Verona era di 5-0, poi i rossoneri si sono scatenati e contro gli scaligeri hanno avuto una reazione da grande squadra, avrebbero meritato la vittoria. Questa è stata l’ennesima dimostrazione che c’è un’organizzazione. Sono convinto che quando in quel famoso giorno di luglio la proprietà annunciò la conferma di Pioli rinunciando al progetto Rangnick non si è fatta ammaliare dalla serie post lockdown, evidentemente ha avuto delle prove tangibili che questa comunione fra Pioli, lo spogliatoio, Ibra e Maldini stesse portando a qualcosa di concreto. Mandare via Pioli avrebbe significato rinunciare anche a Maldini e Massara. Se la proprietà fa quella scelta, loro sono uomini freddi, uomini che si basano sui numeri, è perché hanno capito che nello spogliatoio era cambiato qualcosa e sarebbe stato un delitto ricominciare da zero. Si dice che l’obiettivo è la Champions, ma secondo me bisogna alzare l’asticella. Via la parola quarto posto, iniziamo a parlare seriamente di podio, di primi tre posti. Poi più va avanti vedremo se il sogno scudetto potrà essere coltivato fino alla fine. Le statistiche parziali ormai sono stucchevoli, ci vogliono campionati interi in cui tu sei da posizioni alte, non gli spezzoni. Se a maggio arrivi senza avere nulla non serve a niente”.

Per sostenerci clicca sulla pubblicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: