Nantes-Lille | Galtier: “Siamo in un ottimo momento”

Nantes-Lille | Galtier: “Siamo in un ottimo momento”. Sono le parole dell’allenatore del Lille, Christophe Galtier, dopo la vittoria esterna per 2-0 contro il Nantes, terzultima forza della Ligue 1 2020-21. Il tecnico de Les Dogues ha sottolineato l’ottimo momento di forza dei suoi ma anche di non voler cali di concentrazione nei prossimi impegni. Di seguito le sue parole (report completo su l’Equipe):

“On a fait une bonne première période, dans tous les compartiments. On a des situations très favorables où on manque quelques fois de justesse et quelques fois de grinta. Parfois ils sont trop dans le jeu. Le football est un jeu et je veux qu’ils gardent ça. Mais dans les zones de vérité, il faut plus de détermination. Sans avoir vu mon équipe ralentir, j’ai vu les Nantais réagir, on n’est jamais à l’abri. Quand on ne concrétise pas, ça peut créer de la nervosité. Heureusement, le deuxième but est arrivé. C’est une magnifique semaine à trois matches et neuf points, on est sur une très bonne dynamique. Mais les concurrents aussi, Lyon, Monaco, Paris évidemment… On était dans l’obligation de gagner pour rester dans la lutte. Cela rajoute non pas de la pression mais de l’excitation. On est très haut et on n’a pas le droit au moindre relâchement”

“Abbiamo avuto un buon primo tempo, in tutti i reparti. Abbiamo avuto alcune situazioni molto buone in cui mancavamo in termini di cinismo e grinta. A volte sono troppo presenti nel gioco. Il calcio è un gioco e voglio che rimanga tale. Ma nelle aree di verità, c’è bisogno di più determinazione. Senza aver visto la mia squadra rallentare, ho visto i giocatori del Nantes reagire, non siamo mai al sicuro. Quando non fai qualcosa, questo può renderti nervoso. Fortunatamente, il secondo gol è arrivato. È stata una grande settimana con tre partite e nove punti, e siamo in un ottimo momento. Ma anche i nostri rivali, Lione, Monaco e Parigi naturalmente… Dovevamo vincere per rimanere nella lotta. Questo non aggiunge pressione ma eccitazione. Siamo molto in alto e non possiamo assolutamente allentare la tensione”