Nantes-Lorient | Kombouaré: “Mancati nella gestione del risultato”

Nantes-Lorient | Kombouaré: “Mancati nella gestione del risultato”. Lo ha affermato l’allenatore del Nantes, Antoine Kombouaré, dopo il pareggio interno per 1-1 allo Stade de la Beaujoire contro il Lorient, quartultima forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico dei Canarini, in particolare, ha mostrato tutta la sua delusione per il risultato ottenuto e per la mancanza di gestione del vantaggio da parte della sua squadra. Ecco di seguito le parole dello stesso Kombouaré (fonte: l’Equipe):

“Je suis déçu, frustré, mais la dernière fois face à Reims on avait perdu, là on a pris un point. En fin de match, on était dans le dur, et il y a eu ce coup franc, ce but venu d’ailleurs […]. L’idée à la mi-temps, c’était de travailler pour être plus solides et de marquer ce deuxième but qu’on n’a pas réussi à mettre depuis que je suis arrivé. On n’est pas assez costauds pour tenir un résultat. Cela fait 11 matches qu’on n’a pas gagné à domicile. Oui, il y a un problème. On travaille pour rectifier ça. On sent une fragilité mentale. Surtout, on n’arrive pas à marquer ce deuxième but qui nous mettrait à l’abri […]. Maintenant, on joue le PSG et Lorient et on prend quatre points, on avance. C’est mieux que ce qu’on pensait, même si on est très déçus”.

“Sono deluso, frustrato, ma l’ultima volta contro il Reims abbiamo perso, e qui abbiamo ottenuto un punto. Alla fine della partita, eravamo in una situazione difficile e c’era questo calcio di punizione, questo gol da altre parti […]. L’idea nell’intervallo era di lavorare per essere più solidi e segnare quel secondo gol che non siamo riusciti a segnare da quando sono arrivato. Non siamo abbastanza forti per mantenere un risultato. Non vinciamo in casa da 11 partite. Sì, c’è un problema. Stiamo lavorando per rimediare. Ci sentiamo mentalmente deboli. Soprattutto, non riusciamo a segnare quel secondo gol che ci metterebbe in chiaro […]. Ora giochiamo contro PSG e Lorient e prendiamo quattro punti, andiamo avanti. È meglio di quanto pensassimo, anche se siamo molto delusi”.