Newcastle-Aston Villa | Bruce: “Abbiamo voluto fortemente il pareggio”

Newcastle-Aston Villa | Bruce: “Abbiamo voluto fortemente il pareggio”. Lo ha affermato il manager del Newcastle, Steve Bruce, ai microfoni di BT Sport dopo il pareggio interno per 1-1 al St James’ Park contro l’Aston Villa, nona forza della Premier League 2020-2021. Il manager dei Magpies, nel corso dell’intervista, ha evidenziato lo spirito con il quale la sua squadra ha voluto fortemente questo pareggio (ottenuto in pieno recupero con il capitano Lascelles n.d.r.) dopo essere andato sotto nel punteggio con l’autogol di Clark sul tentativo di Watkins. Bruce, inoltre, ha difeso l’attaccante brasiliano Joelinton, spesso al centro delle polemiche per la poca incisività sotto rete, sottolineandone l’apporto in termini di sacrificio e gioco corale della squadra. Ecco qui di seguito le parole dello stesso Bruce (riproduzione: bbc.com):

“There wasn’t much in the game. Arguably we had the best chances but the goal they scored was a bit of a fluke. Then you have to show desire to get back into it and we did that. We at least deserved that. Joelinton has come in for criticism but he’s contributed to the team today. He needs to score a goal and be the hero and I’m sure there’s a goal or two around the corner. There are still 10 games to go. We’re unbeaten in our last couple. We’ve got to show the same attitude and hopefully big players are back around the corner. That gives us something to focus on and I’m still convinced we’ll be OK. There is no question managing Newcastle is always difficult. There’s a huge spotlight and that’s the way it should be. I’m ready for the challenge and my experience I hope will prove vital.”

“Non c’era molto nella partita. Probabilmente abbiamo avuto le migliori occasioni, ma il gol che hanno segnato è stato un po’ un colpo di fortuna. Poi devi mostrare il desiderio di rientrare in partita e l’abbiamo fatto. Almeno questo lo meritavamo. Joelinton è stato criticato, ma oggi ha aiutato la squadra. Ha bisogno di segnare un gol ed essere l’eroe e sono sicuro che c’è un gol o due dietro l’angolo. Ci sono ancora 10 partite da giocare. Siamo imbattuti nelle ultime due. Dobbiamo mostrare lo stesso atteggiamento e speriamo che i grandi giocatori tornino dietro l’angolo. Questo ci dà qualcosa su cui concentrarci e sono ancora convinto che faremo bene. Non c’è dubbio che allenare il Newcastle sia sempre difficile. C’è un enorme attenzione e questo è il modo in cui dovrebbe essere. Sono pronto per la sfida e la mia esperienza spero si riveli cruciale”.