Nîmes-Lorient | Pélissier: “Siamo delusi per non aver vinto”

Nîmes-Lorient | Pélissier: “Siamo delusi per non aver vinto”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Lorient, Christophe Pélissier, dopo la sconfitta esterna per 1-0 allo Stade des Costières contro il Nîmes nel recupero della 21^ giornata della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico degli arancioneri, nella sua analisi della partita, ha espresso la sua delusione per non aver portato a casa l’intera posta in palio ma ha anche sottolineato come la lotta salvezza sia ancora equilibrata con tre squadre separate da un punto (ovvero lo stesso Nîmes, il Nantes e appunto il Lorient n.d.r.). Ecco di seguito le parole post gara dello stesso Pélissier (fonte: l’Equipe):

“C’est un scénario extrêmement cruel pour Lorient. Ce n’est pas la meilleure équipe qui l’a emporté. On avait les ballons. On devait l’emporter. Il y a beaucoup de frustration, une énorme déception. On pensait au moins prendre un point ce soir. C’est assez dur. Cela n’a pas tourné en notre faveur. La VAR n’est jamais trop de notre côté (sur le penalty sifflé en fin de match pour une main de Gravillon sur corner). Il y a la lettre et l’esprit et les arbitres en manquent cruellement, mais il faut avancer. Il reste douze matches avec trois équipes en un point (Nîmes remonte à la 17e place, un point devant Lorient, 19e). Il va falloir montrer davantage de détermination, mais on va se battre jusqu’au bout”

“È uno scenario estremamente crudele per il Lorient. Non è la migliore squadra che ha vinto. Avevamo il pallone. Dovevamo vincere. C’è molta frustrazione, un’enorme delusione. Pensavamo di ottenere almeno un punto stasera. È un po’ difficile. Non ha funzionato a nostro favore. Il VAR non è mai troppo dalla nostra parte (sul rigore fischiato a fine partita per una mano di Gravillon su corner). C’è la regola generale e gli arbitri sono molto carenti in questo, ma dobbiamo andare avanti. Restano dodici partite con tre squadre in un punto (il Nîmes sale al 17° posto, un punto davanti al Lorient, 19°). Dovremo mostrare più volontà, ma lotteremo fino alla fine”.