Nîmes-Saint Etienne | Puel: “Servono altri 5-6 punti per salvarci”

Nîmes-Saint Etienne | Puel: “Servono altri 5-6 punti per salvarci”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Saint Etienne, Claude Puel, dopo la vittoria esterna per 2-0 contro il Nîmes, terzultima forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico dei Verdi, in conferenza stampa, ha sottolineato come i suoi abbiano avuto la meglio in una partita molto tesa tra due squadre in corsa per la salvezza. Ecco di seguito le parole dello stesso Puel riprese da envertetcontretous.fr:

“Il y a deux buts magnifique aujourd’hui, c’est un match où les deux équipes étaient tendues. On a essayé de jouer proprement, on a fait de bonnes choses. Pour la 300e de Romain Hamouma, j’aurais voulu que son but soit validé. Ce n’est que partie remise. Je ne comprends pas comment on peut siffler un penalty comme celui là en fin de match. Pour moi cela devient n’importe quoi. Il ne faut pas regarder la différence de points, il faut regarder combien il en manque. Tout le monde s’accroche. Il en faut encore 5 ou 6. Je ne vois pas pourquoi il faut parler d’Étienne Green (rires). En plus il a un drôle de nom pour un joueur qui joue à Saint-Étienne. Nous avons des gardiens derrière Jessy Moulin avec énormément de qualités. Étienne a été énorme aujourd’hui, c’est un garçon très intelligent, très posé qui fait preuve de beaucoup de caractère aux entrainements. J’ai vu que le public était très présent aujourd’hui à Nîmes. Je suis satisfait de voir que mon banc a répondu présent en fin de rencontre pour reprendre le dessus”

“Ci sono due bei gol oggi, è stata una partita in cui entrambe le squadre erano tese. Abbiamo cercato di giocare in modo pulito, abbiamo fatto alcune cose buone. Abbiamo cercato di giocare bene e abbiamo fatto bene. Per il 300° gol di Romain Hamouma, mi sarebbe piaciuto vedere il suo gol convalidato. È solo una questione di tempo. Non capisco come un rigore del genere possa essere dato alla fine di una partita. Per me, sta diventando un’assurdità. Non si dovrebbe guardare la differenza di punti, ma quanti ne mancano. Tutti si aggrappano. Abbiamo bisogno di altri cinque o sei. Non vedo perché dobbiamo parlare di Etienne Green (ride). Inoltre, ha un nome divertente per un giocatore che gioca per il Saint-Etienne. Abbiamo portieri dietro Jessy Moulin con molta qualità. Etienne è stato alla grande oggi, è un ragazzo molto intelligente e molto calmo che mostra molto carattere in allenamento. Ho visto che il pubblico era molto presente oggi a Nimes. Sono contento di vedere che la mia panchina ha risposto alla fine della partita per prendere il controllo”.