OM-Lorient | Pélissier: “Sconfitta dura da accettare”

OM-Lorient | Pélissier: “Sconfitta dura da accettare”. Lo ha affermato l’allenatore del Lorient, Christophe Pélissier, dopo la sconfitta esterna per 3-2 allo Stade Vélodrome contro l’OM, sesta forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico degli arancio neri, in conferenza stampa, ha espresso tutta la sua amarezza per questo risultato negativo, sottolineando come i suoi siano stati da una parte efficaci in avanti ma troppo disattenti dietro. Ecco di seguito le parole dello stesso Pélissier (fonte: l’Equipe):

“C’est dur à vivre. On a besoin de points pour se maintenir et il y en a un qui nous tendait les bras. On se fait punir sur la dernière situation. C’est dur, il va falloir récupérer. Je suis déçu pour les garçons qui ont fait les efforts, on n’est pas récompensés. En entame de deuxième période, on est trop attentistes. Quand on laisse du temps et de l’espace à des joueurs de talent comme Payet, Thauvin et les autres, on le paie cher. On va chercher l’égalisation, mais, malheureusement, la fin est cruelle. On a eu de l’efficacité offensive, mais on n’a pas réglé l’efficacité défensive. À l’aller comme au retour, on ne mérite pas de perdre, mais ça fait deux défaites, ça tombe à chaque fois du mauvais côté. Tout le monde est un peu abattu, mais il reste cinq matches, on est en vie et on va lutter pour la survie. On va essayer d’être premiers de notre mini-championnat avec Nantes et Nîmes”.

“È difficile da accettare. Abbiamo bisogno di punti per rimanere su, e ce n’è uno che pende sulle nostre teste. Siamo stati puniti nell’ ultima situazione. È difficile, dobbiamo recuperare. Sono deluso per i ragazzi che hanno fatto uno sforzo, non sono stati ricompensati. All’inizio del secondo tempo, eravamo troppo attendisti. Quando si dà tempo e spazio a giocatori di talento come Payet, Thauvin e gli altri, lo si paga a caro prezzo. Siamo andati alla ricerca della parità ma, purtroppo, il finale è stato crudele. Siamo stati efficaci offensivamente, ma non siamo riusciti ad essere efficaci difensivamente. Non meritavamo di perdere in entrambi i casi, ma questo fa due sconfitte, e ogni volta è dalla parte sbagliata. Tutti sono un po’ giù, ma ci sono ancora cinque partite, siamo vivi e lotteremo per la salvezza. Cercheremo di finire in cima al nostro mini-campionato con Nantes e Nîmes”.