Putin ha detto che la Russia è pronta a negoziare sulla questione ucraina

  • Putin dice che l’Occidente sta cercando di spezzare la Russia
  • Kiev ha accusato l’Occidente di rifiutarsi di negoziare
  • Ucraina: Putin deve tornare alla realtà
  • Il 99,9% dei russi è pronto a difendere la madrepatria

MOSCA, 25 dic (Reuters) – La Russia è pronta a tenere colloqui con tutte le parti in guerra in Ucraina, ma Kiev ei suoi sostenitori occidentali si sono rifiutati di impegnarsi in colloqui, ha detto il presidente Vladimir Putin in un’intervista trasmessa domenica.

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia il 24 febbraio ha scatenato il conflitto più mortale in Europa dalla seconda guerra mondiale e il più grande confronto tra Mosca e l’Occidente dalla crisi dei missili cubani del 1962.

Finora, c’è stata poca conclusione della guerra.

Il Cremlino afferma che combatterà fino a raggiungere tutti i suoi obiettivi, mentre Kiev afferma che non si fermerà fino a quando ogni soldato russo non sarà espulso da tutto il suo territorio, inclusa la Crimea, che è stata annessa dalla Russia nel 2014.

“Siamo pronti a negoziare con tutti coloro che sono coinvolti su soluzioni accettabili, ma dipende da loro – noi non siamo negoziatori, lo sono”, ha detto Putin alla televisione di stato Rossiya 1.

Il direttore della CIA William Burns In un’intervista pubblicata questo mese, mentre la maggior parte dei conflitti si conclude con i negoziati, la CIA stima che la Russia non sia ancora seria riguardo ai negoziati effettivi per porre fine alla guerra.

Un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che Putin deve tornare alla realtà e ammettere che è la Russia a non volere negoziati.

READ  I voti della Camera sono stati aggiornati dopo la vittoria di McCarthy: annunci dal vivo del relatore

“La Russia sta attaccando l’Ucraina da sola, uccidendo civili”, ha twittato Mykhailo Podoliak. “La Russia non vuole negoziati, ma cerca di evitare responsabilità”.

‘Nessuna altra scelta’

Putin ha affermato che la Russia sta agendo nella “giusta direzione” in Ucraina mentre l’Occidente, guidato dagli Stati Uniti, cerca di dividere la Russia. Washington nega di aver pianificato la caduta della Russia.

“Credo che stiamo agendo nella giusta direzione, stiamo proteggendo i nostri interessi nazionali, i nostri cittadini, gli interessi del nostro popolo. E non abbiamo altra scelta che proteggere i nostri cittadini”, ha detto Putin.

Alla domanda se il conflitto geopolitico con l’Occidente si stesse avvicinando a un livello pericoloso, Putin ha detto: “Non credo sia molto pericoloso”.

Putin ha detto che l’Occidente ha iniziato il conflitto rovesciando il presidente filo-russo durante le proteste della rivoluzione Maidan del 2014 in Ucraina.

Dopo quella rivoluzione, la Russia ha annesso la Crimea all’Ucraina e le forze separatiste filo-russe hanno iniziato a combattere le forze armate ucraine nell’Ucraina orientale.

“In effetti, la cosa fondamentale qui è la politica dei nostri nemici geopolitici, che mira a dividere la Russia, la Russia storica”, ha detto Putin.

Putin la definisce una “operazione militare speciale” in Ucraina mentre Mosca finalmente resiste a un blocco occidentale che, secondo lui, ha cercato di distruggere la Russia dalla caduta dell’Unione Sovietica nel 1991.

L’Ucraina e l’Occidente affermano che Putin non ha alcuna giustificazione per una guerra di aggressione in stile imperialista che ha seminato sofferenza e morte in tutta l’Ucraina.

Putin ha descritto la Russia come un “paese unico” e ha affermato che la maggior parte della sua popolazione è unita nel volerla proteggere.

READ  Un attacco missilistico russo contro l'Ucraina ne uccide uno a Kiev

“Per quanto riguarda la parte principale – il 99,9% dei nostri cittadini, la nostra gente che è pronta a dare tutto per gli interessi della madrepatria – non vedo nulla di insolito qui”, ha detto Putin.

“Mi fa capire ancora una volta che la Russia è un paese unico e che abbiamo un popolo eccezionale. Questo è stato confermato nel corso della storia dell’esistenza della Russia”.

Reportage aggiuntivo di Pavel Polityuk a Kiev Montaggio di Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *