Real Madrid-Barcellona | Koeman: “Ci è stato negato un rigore nettissimo”

Real Madrid-Barcellona | Koeman: “Ci è stato negato un rigore nettissimo”. È il durissimo attacco dell’allenatore del Barcellona, Ronald Koeman, dopo la sconfitta esterna per 2-1 all’Alfredo Di Stéfano Stadium nel Clasico contro il Real Madrid. Il tecnico blaugrana non si nasconde e attacca la direzione di gara di Gil Manzano, reo secondo lui di non aver concesso un rigore nettissimo per un contatto in area tra Braithwaite e Mendy. Ecco di seguito le dichiarazioni di Koeman (fonte: MARCA):

“El partido? Si eres del Barcelona estás caliente, muy descontento por dos decisiones del arbitraje. Antes quiero decir que nosotros no estuvimos bien en la primera parte. Ni defendiendo ni atacando. En la segunda parte hemos mejorado. Sólo pido que el arbitraje acierte. Es penalti y creo que el extra time de cuatro minutos, cuando el árbitro paró el partido dos o tres minutos por su hombro… El penalti es clarísimo. Una vez tenemos que aceptar y callar. ¿influye en el partido el arbitraje? Si no es 2-2. Está claro. No sé por qué hay VAR en España. Todo el mundo ha visto la jugada. El partido? Es más fácil defender cuando pones muchos jugadores atrás. No hemos defendido bien en varias jugadas. Nuestro último pase no ha sido bueno. Tuvimos mucho balón, pero no estuvo bien el último pase. La polémica? Para mí es clarísimo el penalti. Lo ha visto todo el mundo. No entiendo a un linier que está a diez metros. De la manera en que cae Martin, tiene que ser falta. Puede ser que el árbitro no vea la jugada, pero tenemos un VAR para situaciones como esta. Mejor no hablar más. El equipo ha estado bien mentalmente. Merecimos decisimos bien hechas en la situación de penalti. […] La lucha por LaLiga? Soy optimista. Hemos demostrado que luchamos. Vamos a reaccionar y a luchar hasta el último partido”

“La partita? Se sei un tifoso del Barcellona, sei molto infelice a causa di due decisioni arbitrali. Per prima cosa voglio dire che non siamo stati bravi nel primo tempo. Né in difesa né in attacco. Nel secondo tempo siamo migliorati. Tutto quello che chiedo è che l’arbitro faccia bene. È rigore e penso che il tempo di recupero di quattro minuti, quando l’arbitro ha fermato la partita per due o tre minuti a causa della sua spalla… Il rigore è molto chiaro. Una volta che dobbiamo accettare e tacere. L’arbitraggio influenza la partita? Se no è 2-2. È chiaro. Non so perché ci sia la VAR in Spagna. Tutti hanno visto la commedia. La partita? È più facile difendere quando si mettono molti giocatori dietro. Non abbiamo difeso bene in diverse giocate. Il nostro ultimo passaggio non era buono. Abbiamo avuto un sacco di palla, ma l’ultimo passaggio non era buono. La polemica? Per me la pena era molto chiara. Tutti l’hanno visto. Non capisco un arbitro che è a dieci metri di distanza. Il modo in cui Martin è caduto, deve essere un fallo. Potrebbe essere che l’arbitro non abbia visto il gioco, ma abbiamo il VAR per situazioni come questa. È meglio non parlare più. La squadra era buona mentalmente. Meritavamo di prendere una buona decisione nella situazione del rigore. La lotta per LaLiga? Sono ottimista. Abbiamo dimostrato che stiamo combattendo. Abbiamo intenzione di reagire e combattere fino all’ultima partita”.