Reims-Bordeaux | Gasset: “Futuro? Se tutto va bene, potrei anche restare”

Reims-Bordeaux | Gasset: “Futuro? Se tutto va bene, potrei anche restare”. Lo ha dichiarato l’allenatore del Bordeaux, Jean-Louis Gasset, dopo la vittoria esterna per 2-1 allo Stade Auguste-Delaine contro il Reims, quattordicesima forza della Ligue 1 2020-2021. Ecco di seguito le parole dello stesso Gasset (fonte: L’Equipe):

“Je savais qu’on était de mieux en mieux. On a eu un très bon état d’esprit, la maîtrise du jeu en deuxième mi-temps. On a marqué deux buts et on a eu des occasions. On finit le mois de mai avec 9 points sur 12 alors qu’en avril, on en avait pris zéro. Il a fallu trouver des leviers, on a la satisfaction d’y être arrivés. On a fait une première partie de Championnat acceptable, un mois de janvier très bon et après le match contre Lyon (1-2, le 29 janvier), on a perdu le fil. On a réussi à se rattraper avec tous ces jeunes qui nous ont amenés. Pour la suite, on est dans le flou artistique. Des choses vont se passer, le club, les joueurs, le staff, les supporters, tout le monde a besoin de récupérer parce qu’on a eu peur de descendre en Ligue 2. On va voir les événements. J’aime ce métier mais il y a des moments où on le trouve injuste ou trop difficile. Déjà, j’ai envie de me reposer parce que je suis fatigué. Il me reste un an de contrat, si tout est réuni, je pourrais continuer”.

“Sapevo che stavamo migliorando sempre di più. Abbiamo avuto una mentalità molto buona, il controllo del gioco nel secondo tempo. Abbiamo segnato due gol e avuto delle occasioni. Abbiamo finito il mese di maggio con nove punti su 12, mentre in aprile avevamo preso zero. Dovevamo trovarci tra le linee e siamo felici di esserci riusciti. Abbiamo avuto una prima metà del campionato accettabile, un ottimo mese di gennaio e dopo la partita contro il Lione (1-2, 29 gennaio), abbiamo perso il filo. Siamo riusciti a rimediare con tutti i giovani che ci hanno portato avanti. Per il resto, siamo in uno stato di limbo. Le cose accadranno, il club, i giocatori, lo staff, i tifosi, tutti hanno bisogno di recuperare perché avevamo paura di scendere in Ligue 2. Vedremo cosa succede. Amo questo lavoro ma ci sono momenti in cui lo trovi ingiusto o troppo difficile. Ho già voglia di riposare perché sono stanco. Ho ancora un anno di contratto e se tutto va bene, potrei continuare”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: