Reims-Lione | Garcia: “Abbiamo pagato un brutto primo tempo”

Reims-Lione | Garcia: “Abbiamo pagato un brutto primo tempo”. Lo ha dichiarato l’allenatore dell’Olympique Lione, Rudi Garcia, dopo il pareggio esterno per 1-1 allo Stade Auguste Delaine contro il Reims, undicesima forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico, in conferenza stampa, ha evidenziato come la sua squadra abbia pagato a caro prezzo un brutto primo tempo, rispetto al secondo dove si è vista una betta crescita in termini di collettività e produzione offensiva. Ecco qui di seguito le parole dello stesso Garcia (riproduzione completa su l’Equipe):

“Quel est votre sentiment après ce nul ? Ce résultat sanctionne notre piètre première période. En deuxième, on a été à notre niveau, on a évolué en équipe. Ce fut à sens unique. J’aurais aimé qu’on égalise un peu plus tôt car je pense qu’on pouvait l’emporter mais ils ont aussi un excellent gardien. Nous avons joué quarante-cinq minutes et ce n’était pas suffisant. Et, franchement, j’ai changé 3 joueurs à la mi-temps mais j’aurais pu les changer tous. Il y a eu bien trop d’écart entre les deux périodes. Comment l’expliquez-vous ? Je ne sais pas. On a perdu beaucoup trop de ballons devant la défense, ce qui fait que nous n’avons jamais terminé nos actions par des passes, des corners ou des tirs, sauf 1 fois, où De Sciglio frappe et Houssem Aouar a failli marquer à la reprise. On a subi aussi leurs attaques rapides. On a, en plus, été mauvais dans notre récupération collective de la balle. L’équipe était plus équilibrée en deuxième. Ce n’était ni tactique, ni technique mais plutôt une question d’envie et de détermination”.

“Come ti senti per il pareggio? È stato il risultato di un primo tempo insufficiente. Nel secondo tempo, eravamo al nostro meglio e abbiamo giocato come una squadra. È stata una partita a senso unico. Vorrei che avessimo pareggiato un po’ prima perché penso che avremmo potuto vincere, ma anche loro hanno un ottimo portiere. Abbiamo giocato 45 minuti e non è stato sufficiente. E, francamente, ho cambiato tre giocatori nell’intervallo ma avrei potuto cambiarli tutti. C’era troppo divario tra i due periodi. Come si spiega questo? Non lo so. Abbiamo perso troppi palloni davanti alla difesa, quindi non abbiamo mai finito le nostre azioni con passaggi, angoli o tiri, tranne 1 volta, dove De Sciglio ha colpito e Houssem Aouar quasi segnato sulla ripartenza. Abbiamo anche subito i loro attacchi veloci. Siamo stati, oltre a questo, pessimi nel nostro recupero collettivo della palla. La squadra è stata più equilibrata nel secondo tempo. Non era una questione tattica o tecnica, ma piuttosto una questione di desiderio e determinazione”.