Riforma Sport, Malagò: “Lo sport non vede la luce. Calcio? Sacrifici spaventosi”

Riforma Sport, Malagò: “Lo sport non vede la luce. Calcio? Sacrifici spaventosi”. Lo ha dichiarato il presidente del CONI, Giovanni Malagò, a margine del forum organizzato dal quotidiano economico-giuridico ‘Italia Oggi’ sul tema ‘La riforma dell’ordinamento sportivo’. Il numero uno dello sport italiano, in particolare, ha espresso la sua preoccupazione per lo stato dello sport italiano e anche dei sacrifici spaventosi subiti da alcuni settori che sono ripartiti, calcio su tutti. Ecco di seguito le parole dello stesso Malagò riprese da FcInterNews.it:

“Dove non siamo a posto è che ci sono una serie di situazioni, di punti non chiari, di complicazioni e problematiche che investono il mondo dello sport. È chiarissimo che ad oggi ci sono situazioni che sono andate verso una complicazione nella gestione. Questo ci preoccupa perché siamo nel pieno di una bufera e non si vede ancora la luce in fondo al tunnel. I nostri soggetti interlocutori, che sono le Asd e Ssd, sono disperati. Quei pochi che hanno potuto mettere in moto la macchina, come il calcio e pochi altri, sono ripartiti ma con dei sacrifici economico-finanziari spaventosi, tutto il resto è fermo. In questo frangente, tutti abbiamo detto fermatevi perché tutto questo in un momento del genere non è quello che lo sport vuole. La politica l’ha voluta portare avanti e ora bisogna correre ai ripari”.