fbpx

 Il difensore albanese parla a TeleRadioStereo

Il difensore della Roma, Marash Kumbulla, ha parlato a TeleRadioStereo a margine di un evento benefico svoltosi all’Ospedale Spallanzani. Ecco le sue dichiarazioni così come riportate da Vocegiallorossa.it:

“[Sulla partita contro l’Atalanta] Ieri, nel secondo tempo, siamo calati. Abbiamo fatto fatica perché avevamo difronte una squadra forte. Dobbiamo ripartire perché se continuiamo a guardarci indietro non miglioriamo mai. Prendiamo atto degli errori che abbiamo fatto e cerchiamo di non ripeterli. Noi in difficoltà contro le big? Contro la Juventus (AS Roma vs Juventus FC 2-2, 27 settembre 2020) e contro il Milan (AC Milan vs AS Roma 3-3, 26 ottobre 2020), anche se abbiamo pareggiato, abbiamo dimostrato di potercela giocare contro tutti. Ieri, contro l’Atalanta, è andata ma, nelle prossime, ci rifaremo. Il cambio di realtà da Peschiera del Garda a Roma? All’inizio non l’ho avvertito perché concentrato a far bene con la squadra fin da subito. Mi sono messo subito a disposizione del Mister. Sinceramente non l’ho accusato molto perché sono un tipo tranquillo a cui piace stare a casa. Qui a Roma faccio quello che facevo a Peschiera (del Garda, ndr). Il mio inserimento nella difesa della Roma? Il lavoro è sicuramente diverso rispetto all’anno scorso (all’Hellas Verona FC con il tecnico Ivan Juric, ndr). Ho già imparato tanto grazie a giocatori del calibro di Smalling, Mancini, Ibáñez. Da loro c’è solo da imparare. Mi sento molto migliorato rispetto a quando sono arrivato. Perché ho scelto la Roma e le mie ambizioni? La Roma mi ha manifestato subito il loro interesse. Ho visto i tifosi, la società, la squadra, i programmi… mi hanno convinto subito. È successo tutto in fretta. Non ho avuto alcun dubbio. Scudetto? Sarebbe bellissimo”.

Per sostenerci clicca sulla pubblicità


Adsense


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: