fbpx

Le parole del tecnico granata dopo la gara con lo Spezia

La Salernitana non centra l’obiettivo stagionale dei playoff per via della sconfitta casalinga per 2-1 subita per mano di uno Spezia che invece, arrivando terzo, accede col Pordenone alle semifinali playoff. Ecco le parole post gara del tecnico Giampiero Ventura (fonte: TMW):

“Stasera abbiamo incontrato una squadra più forte, con più qualità e con un organico superiore. Noi però abbiamo fatto quello che potevamo. E’ stata una partita determinata da due episodi clamorosi: a trenta secondi dalla fine del primo tempo abbiamo regalato il gol del pareggio. Poi Maistro si è fatto espellere ingenuamente. Djuric l’ho sostituito perché zoppicava, quindi ho cercato di mettere in campo un calciatore più fresco. Comunque lo Spezia credo sia una seria candidata per la promozione in Serie A. Ovviamente c’è tanto rammarico in me e nei calciatori. Durante l’anno abbiamo lasciato per strada punti importanti e probabilmente se non avessimo sbagliato l’approccio in alcuni match ora parlavamo d’altro. Un gruppo non diventa forte nel giro di pochi mesi, ma ci vuole del tempo e programmazione. Abbiamo ricostruito una squadra che lo scorso anno ha rischiato di retrocedere in Lega Pro. Nei prossimi giorni parlerò con la società e vedremo. Una piazza come quella di Salerno merita di più, come gli stessi tifosi. Dobbiamo essere sinceri e guardare in faccia alla realtà: nel torneo c’erano squadre con una rosa più importante della nostra. E lo dico con tutto il rispetto per i miei ragazzi che hanno dato tutto. Per noi, ripeto, non è stata una stagione fallimentare, anzi quei pochi obiettivi che ci eravamo prefissati li abbiamo raggiunti. Ad agosto, quando sono arrivato, nessuno parlava di Serie A. Comunque credo anche che i play-off, per quello che abbiamo fatto vedere, ce li saremmo meritati. Questa sconfitta ci lascia con l’amaro in bocca, ma deve farci capire tante cose. Resterò anche il prossimo anno? Vedremo…”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: