fbpx

Il nuovo attaccante doriano parla a Il Secolo XIX

Il nuovo attaccante della Sampdoria, Ernesto Torregrossa, ha concesso un’intervista esclusiva al quotidiano ligure Il Secolo XIX per raccontare le sue prime sensazioni da giocatore della Doria dopo l’ufficialità del trasferimento di qualche giorno fa. Ecco le sue dichiarazioni così come riprese da Tuttomercatoweb.com:

“Cosa significa per me arrivare alla Sampdoria a 28 anni? Che ci arrivo maturo e per certi versi è un vantaggio. Ma ci arrivo anche con la voglia di imparare dagli altri per migliorarmi. E qui, tra campo e panchina, di maestri ne ho tanti. Arrivo felice e carichissimo. Batistuta? Se ho i capelli lungi è per lui (ride, n.d.r.). Quando ero bambino volevo sempre fare lui. Già da piccolo avevo i capelli così anche se li ho avuti pure a zero. Ora sta andando tutto bene e quindi come Sansone li tengo lunghi. Il mio modo di giocare? Gioco prima punta e sono forte fisicamente, anche di testa, ma non altissimo. “Ho giocato in tanti moduli, anche con altre prime punte come Caracciolo, Donnarumma, Balotelli. Mi adatto insomma”

Per sostenerci clicca sulla pubblicità


Adsense


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: