Shakhtar-Roma | Fonseca: “Abbiamo fatto una bella partita”

Shakhtar-Roma | Fonseca: “Abbiamo fatto una bella partita”. Lo ha dichiarato l’allenatore della Roma, Paulo Fonseca, ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria esterna per 2-1 all’ NSC Olimpiyskiy Stadium contro lo Shakhtar Donetsk nel ritorno degli ottavi di finale dell’Europa League (all’andata vinsero i giallorossi per 3-0). Il tecnico portoghese, in particolare, ha espresso soddisfazione per la qualificazione e per la prestazione fornita dai suoi ragazzi. Ecco di seguito le parole dello stesso Fonseca (riproduzione: TMW):

“Roma coraggiosa? Era importante entrare bene in partita e non prendere gol nei primi minuti. Penso che abbiamo difeso sempre bene, siamo ripartiti in contropiede e abbiamo creato pericoli. Nella ripresa abbiamo avuto più palla, altre occasioni per segnare, abbiamo fatto una bella partita. La Roma non aveva mai vinto in casa dello Shakhtar Donetsk e non era mai arrivati ai quarti di finale di Europa League. Se la Roma è più adatta al calcio europeo? Penso che ci siamo adattati anche al calcio italiano, in questo tipo di competizione le squadre devono vincere e quindi c’è più spazio per giocare, questa è la ragione. Che partita sarà col Napoli? Non ci ho pensato ancora. Le condizioni di Ibanez? Adesso sta bene, non si ricordava quasi di niente dopo la botta. Sta bene. Roma ai quarti con un tecnico straniero? Credo sia una coincidenza, gli allenatori italiani sono molto bravi. Non possiamo dimenticare che l’Inter l’anno scorso è arrivata in finale con Conte che è italiano. Solo una coincidenza. Se è più facile arrivare in Champions League attraverso l’Europa League? Non è facile perché ci sono squadre molto forti, sono squadre che giocano bene in campionato. Vogliamo lottare con quelle che sono rimaste, sappiamo che non è facile ma vogliamo lottare sino alla fine. Se mi sono pentito di non aver sostituito prima Karsdorp? No, è successo (è stato ammonito sotto diffida, n.d.r.). Abbiamo altri giocatori. Se gli italiani sono simili ai portoghesi? Sì, dobbiamo capire questa forma di essere. Penso che sia importante avere equilibrio non solo nel calcio, ma anche nella vita. Voglio far passare questo messaggio. Il gol della Dinamo Zagabria? Risultato sorprendente per ora”