Spezia-Cagliari | Semplici: “Sconfitta immeritata. La squadra ha dato tutto”

Spezia-Cagliari | Semplici: “Sconfitta immeritata. La squadra ha dato tutto”. Sono le parole dell’allenatore del Cagliari, Leonardo Semplici, ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta esterna per 2-1 all’Alberto Picco contro lo Spezia, neo quindicesima forza della Serie A 2020-2021. Il tecnico rossoblu, nel post partita, ha espresso il suo rammarico per il risultato ma anche delusione per gli errori sotto porta e in fase difensiva sulle situazioni d’attacco degli avversari. Ecco di seguito le parole dello stesso Semplici (riproduzione: TMW):

“Abbiamo disputato un buon primo tempo, purtroppo alla prima indecisione della ripresa abbiamo preso gol complicando il nostro discorso. Poi ci siamo divorati due gol con Pereiro e Simeone ed è arrivato il secondo gol. Non ci siamo comunque arresi, le abbiamo provate tutte. I ragazzi hanno dato tutto, ma certi tipi di errori in queste partite non puoi permetterteli. Se potevamo fare meglio sotto porta? Sapevamo che avremmo incontrato una squadra che sarebbe venuta a pressarci alta. Nel primo tempo, ai punti, avremmo vinto noi, ma conta fino a un certo punto. Oggi non meritavamo di perdere e non potevamo permettercelo. Pazienza, guardiamo avanti e pensiamo a lavorare duramente durante la sosta. Perché non abbiamo sfruttato la presenza di Pavoletti nelle palle lunghe? Con i cambi, penso a Cerri affianco a Simeone e Pereiro, l’inerzia della gara è cambiata. Ci siamo resi pericolosi, ma non sufficientemente. Si poteva pareggiare prima, ma è inutile ora parlare con i se e con i ma. Bisogna sicuramente alternare gioco a terra e palle aeree. Quanto pesa la classifica? Anche con la Juve, in alcune circostanze, abbiamo fatto la partita. Facciamo male quando abbiamo noi il pallone. La squadra è tornata a proporre, ma in fase difensiva qualche errore è stato commesso: bisogna essere più attenti ed equilibrati. La classifica è difficile, ma il destino è nelle nostre mani: non faccio tabelle, la corsa la facciamo su noi stessi”.