Strasburgo-PSG | Laurey: “Abbiamo concesso troppo in fase difensiva”

Strasburgo-PSG | Laurey: “Abbiamo concesso troppo in fase difensiva”. Lo ha dichiarato l’allenatore dello Strasburgo, Thierry Laurey, ai canali ufficiali del club dopo la sconfitta interna per 4-1 allo Stade de la Meinau contro il PSG, seconda forza della Ligue 1 2020-2021. Il tecnico alsaziano, in conferenza stampa, non ha usato mezzi termini per esprimere il suo disappunto per i troppi errori in fase difensiva da parte dei suoi ragazzi contro una formazione di altissimo tasso tecnico come il Paris. Ecco di seguito le parole dello stesso Laurey:

“ Je pense que l’on a facilité la tâche à Paris en faisant des erreurs défensives. On savait qu’avec leur efficacité actuelle, on allait le payer cash. Si tu veux rivaliser avec le très haut-niveau, tu ne peux pas laisser autant d’espaces. En seconde période, on a réussi à faire de meilleures choses. Mais le regret c’est de ne pas avoir fait ce que l’on souhaitait. Notamment sur le plan défensif. Moïse Sahi ? C’est un gamin. Il fait une demi-heure contre le PSG après être entré en fin de match à Bordeaux. C’est notre lot de lancer des jeunes et de leur faire voir ce qu’est le haut-niveau. Il a un très bon état d’esprit. Le match de Paris, pour nous, c’était du bonus pour prendre des points. On ne l’a pas fait. Maintenant, on va se concentrer sur les échéances à venir face à Nîmes et Nantes”.

“Penso che abbiamo reso le cose facili al PSG facendo errori difensivi. Sapevamo che con la loro attuale efficienza, avremmo pagato noi. Se vuoi competere al più alto livello, non puoi lasciare così tanto spazio. Nel secondo tempo, siamo riusciti a fare cose migliori. Ma il rammarico è che non abbiamo fatto quello che volevamo fare. Soprattutto in difesa. Moses Sahi? È un ragazzo. Ha giocato per mezz’ora contro il PSG dopo essere entrato alla fine della partita contro il Bordeaux. Il nostro compito è quello di inserire i giovani nel gioco e mostrare loro com’è al massimo livello. Ha un ottimo atteggiamento mentale. Per noi, la partita col PSG era un bonus per ottenere punti. Non l’abbiamo fatto. Ora ci concentreremo sulle prossime partite contro Nimes e Nantes”.