Torino-Sassuolo | Nicola: “Questa squadra deve credere di più nelle sue qualità”

Torino-Sassuolo | Nicola: “Questa squadra deve credere di più nelle sue qualità”. Sono le parole dell’allenatore del Torino, Davide Nicola, ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria interna per 3-2 in rimonta all’Olimpico-Grande Torino contro il Sassuolo nel recupero della 24^ giornata della Serie A 2020-2021. Il tecnico granata, in particolare, ha mostrato soddisfazione per il successo ottenuto dai suoi ragazzi, che però – a suo dire – devono credere di più nelle loro qualità. Ecco di seguito le parole dello stesso Nicola (riproduzione: Toro News):

“Una vittoria rocambolesca per come è arrivata. Ma dico la verità: nel primo tempo siamo stati polli sui gol subiti ma non stavamo facendo male. Siamo riusciti a togliere il possesso palla al Sassuolo creando otto occasioni. Il punto è che questa squadra deve credere di più nelle qualità che ha e si può fare solo gettando il cuore oltre l’ostacolo e rischiando. Se non rischi, in maniera oculata, non vinci le partite. Contento per i ragazzi, prepararla avendo un giorno e mezzo in meno di recupero e vederli attuare quello che si era preparato, con più convinzione nel secondo tempo rispetto al primo, è positivo. Cosa ci siamo detti con Verdi e Zaza? I colloqui tra me e i giocatori rimangono privati nelle parole, ma nella sostanza semplicemente noi cerchiamo di attuare quello che prepariamo e il cerchio serve per capire se siamo stati coerenti con quello che abbiamo preparato in settimana. Zaza? Lo reputo importante per il Torino, lo era quando ha giocato sei volte di fila e lo è quando entra. Si pensa che sia importante solo quando fa doppietta, ma lo è sempre. Sono contento per Belotti, che ha fatto una prova generosa: arrivare dopo venti giorni di Covid non è uno scherzo. Bremer ha fatto una partita incredibile con l’Inter, oggi ha pagato un po’ dazio, noi dobbiamo recuperare tutti. Noi oggi abbiamo fatto una partita in cui abbiamo alternato più strategie: i ragazzi hanno dimostrato che è possibile togliere la palla al Sassuolo, che si possono fare tutti questi tiri in porta e 22 cross, che è possibile ribaltare una partita così. Zaza? Lui lo sa che io ho fiducia in lui e sono coerente. Questo è sicuramente un ambiente in cui c’è la voglia di vedere la squadra fare sempre bene, ma io sono arrivato in un momento particolare: posso rimanere qui un giorno, un mese o un anno, ma voglio far capire alla squadra che non bisogna rimanere schiavi delle cose che ci girano intorno”