fbpx

Il manager parla dopo il 5-2 col Southampton

Spurs Show al St Mary’s Stadium. Grazie ad un ottimo secondo tempo, il Tottenham conquista infatti la sua prima vittoria nella Premier League 2020-21 grazie al 5-2 contro il Southampton, che per quasi tutto il primo tempo aveva messo in difficoltà la formazione londinese. Ecco le parole post gara del manager José Mourinho a BBC Sport:

“Non abbiamo iniziato affatto male. Nei primi 10 o 15 minuti siamo stati bravi. Dopo abbiamo perso il controllo. Al centro della nostra linea difensiva, siamo stati un po’ disattenti. Abbiamo perso qualche duello. Hanno preso la palla alle nostre spalle con troppa facilità. Io ero in panchina e pensavo che sarei stato contento di andare [all’intervallo] sull’ 1-0. Il gol ci ha dato una situazione di gioco diversa. Nel secondo tempo, Harry Kane ha ucciso la partita, il modo in cui ha collegato il gioco, il modo in cui stava scaricando, ha permesso a Son Heung-Min di entrare negli spazi d’attacco. La sua prestazione è stata incredibile. Nel secondo tempo eravamo troppo bravi per loro. Conosciamo abbastanza bene il Southampton – ci abbiamo giocato quattro volte la scorsa stagione, due volte in campionato e due volte in coppa. Hojbjerg ci ha aiutato ad analizzare e capire il loro modo di giocare. Sapevamo che rischiano molto. I terzini lasciano molto spazio. Con il movimento di Harry Kane li abbiamo uccisi. Ha cambiato la partita per me e naturalmente Son. Alli out? “Sono troppi [giocatori nella squadra]. Quando si portano 18 giocatori si lasciano indietro otto giocatori. Non è facile per Dele o per nessuno di loro. Naturalmente [fa ancora parte dei piani degli Spurs]”. Bale e Reguilón? Non è giusto che io parli di nuovi acquisti oggi, quando questa squadra ha vinto per 5-2. Quando Gareth e Sergio faranno parte della squadra e saranno pronti a giocare, allora saranno nostri giocatori”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: