Udinese, Bonifazi: “Sono felice qui. Gotti? Un secondo padre”

Udinese, Bonifazi: “Sono felice qui. Gotti? Un secondo padre”. Sono le parole del difensore centrale dell’Udinese, Kevin Bonifazi, ai microfoni de La Gazzetta Dello Sport. Il numero 14 della formazione friulana, nel corso dell’intervista, ha trattato diversi temi, tra cui la sua esperienza a Udine, il rapporto col tecnico Luca Gotti e anche del suo futuro, con la Roma che sarebbe sulle sue tracce. Ecco di seguito le parole dello stesso Bonifazi riprese da udineseblog.it:

“Sono stati sei mesi formativi quelli a Benevento, poi sono passato alla Casertana. Ora la squadra è in A ma noi, che siamo in ritiro, vogliamo andare a vincere per chiudere il discorso salvezza e fare poi le cinque partite finali alla grande. Giochiamo, facciamo la partita, ma non finalizziamo. Tutti gli attaccanti, a turno, si sono fatti male. Due, Pussetto e Deulofeu, in via definitiva. Due partite perse con due rigori contro. Ma non ci arrendiamo. Udine è un punto di ripartenza, importante. Se hai voglia di fare, di andare avanti, qui hai tutti gli strumenti per riuscirci. Sono contento. Gotti? Se Leonardo Semplici, che ho avuto alla Spal e con il quale ho fatto un percorso stupendo, è un mio secondo papà, Gotti è la prosecuzione. Vedo molte similitudini tra i due. Con Semplici abbiamo fatto un percorso insieme. Lui non è un capo supremo, ti dà fiducia. Gotti trasmette concetti calcistici e morali, non è logorroico, tatticamente lavora bene. Io nel mirino della Roma? Mi lusinga. So che si arriva in alto col lavoro. Ma non mi lascio distrarre”