fbpx

Il tecnico parla dopo il 4-1 col Real Madrid

Il Valencia centra l’impresa battendo in casa per 4-1 il Real Madrid (con ben 3 rigori a favore). Con questo successo, i Pipistrelli balzano al nono a 11 punti. Ecco le parole post gara del tecnico Javi Gracia (fonte: MARCA):

“È un buon momento per capire che c’è molto lavoro dietro a tutto questo e che il lavoro non ci ha dato i risultati che credo ci meritassimo. Al di là dei risultati, penso che abbiamo giocato bene. Questa è la linea da seguire, serve a rafforzarci nel nostro lavoro e a far sì che i giocatori acquisiscano fiducia per le prossime partite. È bene per noi raccogliere le forze per ciò che resta. Se questa vittoria per noi vale più di 3 punti? Sono d’accordo, il valore dei punti o l’importanza che diamo loro perché vengono con molto lavoro precedente ci rende felici. Nelle partite precedenti abbiamo avuto alcuni momenti, non abbiamo finito una partita con la giusta dose di fortuna che ci avrebbe fatto migliorare la nostra fiducia o il nostro spirito. Contro un grande avversario è una vittoria che ci fa molto bene per continuare a lavorare e preparare la prossima partita. Se ho mai visto una partita come questa? Battere il Madrid come allenatore non l’avevo fatto, ma tanti pareggi, e qualche vittoria come giocatore. Penso che sia stata una partita perfetta per ottenere un risultato come questo, bisogna fare bene molte cose, avere una buona dose di fortuna. Non è molto usuale che vengano concessi tre rigori. Ma entrambi i falli di mano sono stati molto chiari. L’altro non ho avuto la possibilità di vederlo. Il risultato è una conseguenza della fede che la squadra ha dimostrato e del lavoro svolto. Soler? Ho parlato con lui e con Wass di quello che potrei essere il prossimo tiratore [dei rigori]. Ha detto che era fiducioso di poterlo calciare e noi gli abbiamo dato fiducia. Ha mostrato una grande personalità. Non ho avuto dubbi perché vedo il modo in cui si allena e la fiducia che ha. Li calcia molto bene e in modi molto diversi. Ha mostrato molta personalità. Tre rigori a sfavore del Real Madrid? Mi è stato detto che non gli erano mai state inflitti tre rigori contro. Questo perché non c’erano le circostanze. Se si tratta di rigori, bisognerà spiegarli. Sono molto contento, ma vedendo i miei giocatori lavorare, ci sono stati momenti in cui non siamo stati ricompensati. Vincere così duramente è gratificante. Anche l’allenatore lo è, ma questa accusa è di insoddisfazione permanente. Soffrire per chi gioca meno… ma felice di condividere la vittoria con chi lavora nel club, i veterani che vengono a dare il loro incoraggiamento. Vorrei che questa vittoria fosse estesa a tutti. Gayá? È la miglior partita di Gaya da quando sono qui. Mantiene sempre un ottimo livello ed è questo che lo porta in Nazionale, ma oggi secondo me ha fatto una partita davvero perfetta. In difesa molto esigente come il resto della linea”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: