fbpx

Il tecnico parla dopo lo 0-2 con l’Alavés

Il Valladolid non riesce ad uscire dalla crisi e rimane nelle sabbie mobili della classifica di Liga Santander 2020-21. I Blanquivioletas perdono in casa uno scontro importantissimo contro l’Alavés per 2-0, rimandando ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria stagionale. Ecco le parole post gara del tecnico Sergio González (fonte: AS):

“Se sono preoccupato delle sensazioni che mi dà la squadra? Sono preoccupato perché non abbiamo i punti che dovremmo avere. La squadra ne è uscita di nuovo bene ed è stata incisiva, arrivando più volte da destra e colpendo la squadra avversaria. Il calcio di rigore ci ha messo fuori causa. Siamo in una situazione molto difficile, dove ci sta succedendo di tutto, e quello che dovevamo fare era ricevere un’espulsione. Nel primo tempo abbiamo tenuto abbastanza bene e dopo il primo gol siamo passati al 4-3-2, anche se è stato difficile trovare un riscontro in partita. Il secondo gol ci ha ucciso. Ho visto più impotenza che riluttanza. Ho visto che hanno cercato di fare il più possibile in termini di atteggiamento. A cosa mi aggrappo nella foga del momento? Vedere come lavorano e cosa ho nello spogliatoio. È chiaro che siamo molto confusi. È la situazione peggiore a cui avremmo potuto pensare con le ultime due partite. È chiaro che siamo nel momento peggiore della mia permanenza qui, soprattutto a livello di risultati, anche se a livello di gioco siamo in netto declino. Anche così, la squadra è sempre stata in grado di recuperare. Riesco a vedere l’atteggiamento e rigenera la mia energia per la prossima settimana. Fare una lettura è molto difficile, ma credo che la squadra sia tornata con forza e bene. Lo 0-1 ci ha fatto male e da lì non abbiamo trovato il ritmo per poter essere più continui e per essere la fisarmonica che siamo normalmente. Abbiamo cercato disperatamente di convincere gli attaccanti a cogliere le loro opportunità, ma non ha funzionato”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: