fbpx

Il tecnico parla dopo l’1-1 col Chievo

Il Venezia, nonostante una grande prestazione collettiva, non riesce a scacciare l’incubo di subire gol in piena zona Cesarini, cosa che è accaduta anche nel derby del Triveneto contro il Chievo, che al 93’ (col gol di Gigliotti n.d.r.) ha ripreso i Lagunari sull’1-1. Ecco le parole post gara del tecnico Paolo Zanetti (fonte: TMW):

“È stata una partita tosta, contro un avversario che aveva riposato e che, quindi, in teoria doveva essere più brillante. Grande primo tempo, la squadra ha interpretato la gara nel migliore dei modi senza rischiare praticamente nulla. La gestione della palla è stata importante, credo che tutti i calciatori abbiano svolto al meglio il compito assegnato. Nella ripresa c’è stato un leggero calo fisiologico, a cospetto di un avversario costruito per i playoff. Ancora una volta il gol è arrivato in zona Cesarini, una situazione che potrebbe abbattere chiunque ma non il mio Venezia. Vedere i ragazzi affranti negli spogliatoi, ma già desiderosi di analizzare cosa non avesse funzionato mi lascia ben sperare per il futuro. Raccogliamo meno di quanto seminiamo, ma l’identità di gioco ci consentirà di toglierci delle soddisfazioni. Modolo? Non c’è nulla di rotto, per fortuna, si tratta di una brutta e dolorosa distorsione”.

 

Per sostenerci clicca sulla pubblicità


Adsense


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: