WBA-Southampton | Hasenhüttl: “Siamo tutti responsabili di questa sconfitta”

WBA-Southampton | Hasenhüttl: “Siamo tutti responsabili di questa sconfitta”. Lo ha dichiarato il manager del Southampton, Ralph Hasenhüttl, ai microfoni di BBC Sport dopo la sconfitta esterna per 3-0 al The Hawthorns contro il WBA, penultima forza della Premier League 2020-2021. Il manager dei Saints, nel post partita, ha espresso tutta la sua rabbia per la prestazione totalmente da dimenticare da parte della sua squadra. Ecco di seguito le parole dello stesso Hasenhüttl (riproduzione: bbc.com):

“Non performance. We missed everything that is normally part of our game. When you make it that easy for your opponent it is not a surprise you are 2-0 down. A whole day not in our way or what we want to see. We are all responsible for performances like this. If we play like this we have no chance on Sunday [in the FA Cup semi-final v Leicester]. This was a chance to get some self confidence ahead of the weekend. We didn’t take it. When the first duel was lost you could see we weren’t sharp enough to compete with a team like West Brom. Our best 25 minutes was at the start of the second-half but it was not enough. We made changes but we were gone by that point. The message is clear, when you want to be successful you have to show a different face. The early VAR offside decision? Normally the offside decisions are the easiest, it is yes or no. Maybe they did not have enough cameras. I don’t know. It is easy to solve.”

“Non c’è stata la prestazione. Abbiamo sbagliato tutto ciò che normalmente fa parte del nostro gioco. Quando lo rendi così facile per il tuo avversario non è una sorpresa che tu sia sotto di 2-0. Un’intera giornata non a modo nostro o quello che vogliamo vedere. Siamo tutti responsabili di prestazioni come questa. Se giochiamo così non abbiamo nessuna possibilità domenica [nella semifinale di FA Cup contro il Leicester]. Questa era un’occasione per ottenere un po’ di autostima in vista del fine settimana. Non l’abbiamo sfruttata. Quando il primo duello è stato perso si poteva vedere che non eravamo abbastanza forti per competere con una squadra come il West Brom. I nostri migliori 25 minuti sono stati all’inizio del secondo tempo, ma non è stato sufficiente. Abbiamo fatto dei cambiamenti ma a quel punto eravamo andati. Il messaggio è chiaro, quando vuoi avere successo devi mostrare un volto diverso. La decisione iniziale del VAR sul fuorigioco? Normalmente le decisioni di fuorigioco sono le più facili, è sì o no. Forse non avevano abbastanza telecamere. Non lo so. È facile da risolvere”.