Il manager parla dopo il 2-1 col Burnley

Il Wolverhampton perde per la sesta volta in questo campionato, stavolta per 2-1 fuori casa contro un compatto e solido Burnley. Ecco le parole post gara del manager Nuno Espirito Santo a Sky Sports (riproduzione: bbc.com):

 “Disappointed, we were aware Burnley were strong (at crosses into the box) and could not hold on and be strong enough We were able to break the pressure, go out and have spaces, the ball was moving but then it became more difficult and they made it difficult for combinations. It is a tough, tough place. […] All the players must keep the confidence, there is a long way to go but it was difficult game. The referee did not have the quality for a Premier League game, this is a problem we know we had Lee Mason before. It is not about the crucial mistake or decisions, it is about how he handles the game. The players get nervous, he whistles from the noises from the players. We are talking about the best competition but he does not have the quality to whistle the game.[…]

 “Delusi, eravamo consapevoli che il Burnley era forte (ai cross in area) e non riuscivamo a tenere duro e ad essere abbastanza forti Siamo stati in grado di rompere la pressione, uscire e avere spazi, la palla si muoveva ma poi è diventato più difficile e hanno reso difficili gli incroci. È un campo difficile, tosto. […] Tutti i giocatori devono mantenere la fiducia, c’è molta strada da fare ma è stata una partita difficile. L’arbitro non aveva le qualità per una partita di Premier League, questo è un problema che sappiamo di aver avuto Lee Mason prima. Non si tratta dell’errore o delle decisioni cruciali, ma di come gestisce la partita. […]”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: